La garanzia del Decreto Liquidità potrà essere impiegata per estinguere esposizioni bancarie pregresse

E’ vero, non è una fake news, ma non c’è nulla di scandaloso. La garanzia del Decreto Liquidità potrà essere utilizzata da banche e clienti per rinegoziare esposizioni pregresse e sostituirle con nuove esposizioni meno costose e garantite dallo Stato. Anche questa è una forma di sostegno alla liquidità, perché le esposizioni pregresse drenano flussiContinua a leggere “La garanzia del Decreto Liquidità potrà essere impiegata per estinguere esposizioni bancarie pregresse”

La sospensione di assegni e cambiali nel Decreto Liquidità

Il decreto legge 8 aprile 2020, n. 23 ha introdotto “Misure urgenti in materia di accesso al credito e di adempimenti fiscali per le imprese, di poteri speciali nei settori strategici, nonché interventi in materia di salute e lavoro, di proroga di termini amministrativi e processuali”. Vediamo quali disposizioni sono state introdotte in materia diContinua a leggere “La sospensione di assegni e cambiali nel Decreto Liquidità”

Le disposizioni di diritto societario del Decreto Liquidità

Il decreto legge 8 aprile 2020, n. 23 ha introdotto “Misure urgenti in materia di accesso al credito e di adempimenti fiscali per le imprese, di poteri speciali nei settori strategici, nonché interventi in materia di salute e lavoro, di proroga di termini amministrativi e processuali”. Vediamo quali sono le norme che incidono sui rapportiContinua a leggere “Le disposizioni di diritto societario del Decreto Liquidità”

La garanzia SACE del Decreto Liquidità

Il decreto legge 8 aprile 2020, n. 23 ha introdotto “Misure urgenti in materia di accesso al credito e di adempimenti fiscali per le imprese, di poteri speciali nei settori strategici, nonché interventi in materia di salute e lavoro, di proroga di termini amministrativi e processuali”. L’art. 1 del decreto afferma che “al fine diContinua a leggere “La garanzia SACE del Decreto Liquidità”

Già all’inizio di marzo la BCE aveva privilegiato l’Italia negli acquisti di titoli di stato

Prima ancora dell’adozione del programma PEEP (Pandemic Emergency Purchased Program, iniziato ufficialmente il 26 marzo), la Banca Centrale Europea era già accorsa in aiuto dell’Italia, acquistando titoli di stato del nostro Paese in percentuale ben superiore alla ripartizione decisa in precedenza nell’ambito dell’ordinario programma di acquisti quiniquennale (APP) avviato da Mario Draghi nel 2015 eContinua a leggere “Già all’inizio di marzo la BCE aveva privilegiato l’Italia negli acquisti di titoli di stato”

Non impicchiamoci ai coronabond

Con i c.d. eurobond (o coronabond che dir si voglia) i cittadini dei Paesi del Nord Europa (tedeschi su tutti), sarebbero costretti a sopportare un costo di finanziamento più elevato di quello sostenuto per i propri titoli nazionali. Cioè, l’emissione di un bond unitario, ad un tasso di interesse unico, da commisurarsi all’affidabilità creditizia diContinua a leggere “Non impicchiamoci ai coronabond”

Il pagamento inefficace ex art. 44 l.fall. va richiesto al terzo accipiens e non alla banca che abbia eseguito il bonifico

Una curatela fallimentare conveniva in giudizio la Cassa di Risparmio di Asti S.p.a. per far dichiarare inefficace ex art. 44 l.fall. un pagamento eseguito dalla debitrice, a fallimento dichiarato, mediante ordine di bonifico e annotazione a debito in conto corrente. La banca si costituiva eccependo il proprio difetto di legittimazione passiva. A definizione della disputa,Continua a leggere “Il pagamento inefficace ex art. 44 l.fall. va richiesto al terzo accipiens e non alla banca che abbia eseguito il bonifico”