E’ la natura regolare o irregolare del pegno a fare la differenza per la banca di fronte all’azione revocatoria della procedura

Il pegno irregolare si differenzia da quello regolare in quanto le somme di danaro o i titoli depositati dal cliente presso la banca diventano di proprietà di quest’ultima. In caso di inadempimento del cliente debitore, la banca avrà diritto di trattenere definitivamente quanto depositato, restituendo al limite solo l’eventuale eccedenza depositata in più rispetto all’ammontareContinua a leggere “E’ la natura regolare o irregolare del pegno a fare la differenza per la banca di fronte all’azione revocatoria della procedura”

L’indeterminatezza del pegno omnibus può far perdere la prelazione

Maggiore attenzione sarà richiesta alle banche nella predisposizione dei contratti di pegno al fine di individuare in maniera chiara il credito e l’oggetto della garanzia ed evitare la decadenza dalla prelazione prevista dall’art. 2787 comma 3 c.c., per il caso in cui il pegno non risulti da atto avente data certa e con sufficiente indicazioneContinua a leggere “L’indeterminatezza del pegno omnibus può far perdere la prelazione”

Responsabile la banca che non vende i titoli dati in pegno nel momento in cui si svalutano

Nel caso oggetto della decisione Cass. civ. Sez. I, 14/05/2019, n. 12863, il cliente aveva conveuto in giudizio la Banca titolare di pegno su propri titoli finanziari, lamentando che questa non avesse provveduto a liquidare l’oggetto della garanzia nonostante il progressivo e forte deterioramento di valore che i titoli stavano subendo e nonostante egli neContinua a leggere “Responsabile la banca che non vende i titoli dati in pegno nel momento in cui si svalutano”